Home | News | ANCORA DISPONIBILE IL CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO FINO AL 50% PER IL SOSTEGNO ALLO START UP, SVILUPPO E CONTINUITÀ DI IMPRESA NELL’AREA DI CRISI DEL PICENO.
Newsletter Link Innovazione
ANCORA DISPONIBILE IL CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO FINO AL 50% PER IL SOSTEGNO ALLO START UP, SVILUPPO E CONTINUITÀ DI IMPRESA NELL’AREA DI CRISI DEL PICENO.
Lunedì 03 Ottobre 2016 11:55

Con DDPF n. 59/ACF del 31/05/2016 è stato approvato il bando di accesso ai contributi in conto capitale, sotto forma di contributo a fondo perduto, alle micro, piccole e medie imprese, per lo start up, lo sviluppo e la continuità di impresa nelle aree di crisi produttiva e occupazionale della Regione Marche, in attuazione dell’azione 7.1, OS 7, Asse 3 del POR MARCHE FESR 2014/2020.

Soggetti beneficiari:
Possono partecipare al Bando le imprese (micro, piccole e/o medie), anche cooperative, iscritte e attive al Registro Imprese i cui progetti di impresa siano localizzati in una delle seguenti aree di crisi:

  • area dell’Accordo di Programma Merloni
  • area del Piceno
  • area della Provincia di Pesaro-Urbino

Stanziamento e Beneficio atteso:
1)    area di crisi del Piceno: 5.857.142 €
NB: Per l’area di crisi del Piceno, possono essere presentati progetti nel sistema SIGEF solo successivamente all’adozione di un apposito atto regionale (a seguito della stipula dell’Accordo di programma del Piceno - Val Vibrata, il sistema verrà attivato anche per l’Area del Piceno) che si stima verrà emanato tra i mesi di Novembre e Dicembre.

Tipologia di progetti ammissibili
Sono ammissibili alle agevolazioni previste dal presente Bando le seguenti tipologie progettuali:
a)      progetti di start up d’impresa;
b)      progetti di investimento produttivo presentati da imprese già esistenti per la creazione di una nuova unità produttiva, per la rilocalizzazione (“back-reshoring”) totale o parziale della produzione del “Made in Italy”, per l’ampliamento, diversificazione e acquisizione di attivi di unità produttive esistenti;

Entità e forma dell’agevolazione
a) L’agevolazione consiste in un contributo in conto capitale pari al 40% della spesa ritenuta ammissibile per la realizzazione del progetto, elevabile al 50% in caso di start up i cui investimenti siano localizzati in uno dei Comuni di cui alla Carta degli aiuti a finalità regionale ex art. 107.3c.
b) L’agevolazione consiste in un contributo in conto capitale sul totale delle spese ammissibili a finanziamento secondo intensità di aiuto differenziate a seconda della sede di rilocalizzazione della produzione e della tipologia di incremento occupazionale (derivante o meno da mobilità per il 25% delle unità a tempo indeterminato assunte a fine progetto).

 
English (United Kingdom)Italian - Italy